Federazione Coldiretti Liguria

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata


Durante il 2012 Coldiretti ha sostenuto il rinnovo del riconoscimento dell’Associazione Produttori Olivicoli della Liguria (APOL) ai sensi del Reg. CE n. 867/2008 e successive modifiche (867) che prevede l’attuazione di specifici programmi di attività da parte delle Organizzazioni di Produttori.
L’APOL nasce da una modifica statutaria della preesistente APROL Genova, attuata con lo scopo di ampliarne il territorio di operatività all’intera regione e di lavorare così in maniera omogenea e coordinata su tutto il territorio. Di conseguenza APOL coinvolge i produttori olivicoli di tutta la Liguria e sostituisce le preesistenti APROL provinciali.

APOL per il miglioramento della qualità, il recupero e l’innovazione


L’olivicoltura ligure presenta caratteristiche qualitative storicamente ben riconosciute ed apprezzate dai consumatori e riveste un ruolo di primo piano nell’economia di questa regione, raggiungendo punte di eccellenza qualitativa, valorizzate con la D.O.P. “Riviera Ligure”  (consorziodoprivieraligure), e svolgendo le preziose funzioni di contenimento dei versanti e di connotazione paesaggistica. Conoscendo contestualmente le risorse e i punti di criticità del settore, per via della conformazione orografica e le ridotte dimensioni aziendali che rendono difficoltosa la gestione delle stesse, APOL realizza un Programma di Attività (1) ai sensi del Reg. CE n. 867/2008 e successive modifiche per la valorizzazione dell’ambiente e del prodotto, anche con il favore di un contesto istituzionale che si sta strutturando in questo senso.
Gli obiettivi del programma sono:
·          sostegno alla qualità dell’olio ligure e delle olive da tavola sia nelle fasi di coltivazione che di trasformazione e confezionamento
·          supporto al presidio ambientale delle aziende olivicole
·          diffusione della conoscenza dell’olio extravergine di oliva e delle olive in salamoia mediante l’analisi sensoriale
·          innovazione nelle tecniche di lotta alla mosca e nella gestione dei residui di lavorazione
·          promozione della tracciabilità delle filiere
·          indagine conoscitiva del mercato ligure  il sostegno all’olivicoltura ligure a tutti i livelli attraverso: 


Campagna finanziata con il contributo della Comunità
Europea e dell’Italia - Reg. (C.E.) n 867/08 e sue modifiche

Informazioni generali sul territorio della Regione
contatta: apol@coldiretti.it
Via  XX Settembre 21/5 16121 Genova 
Tel. +39.010560115- Fax +39.0105302671


(867) ALLEGATI SCARICABILI IN PDF

Regolamento (CE) n. 867/ 08  

Regolamento (CE) n. 1220/11

Decreto Ministeriale n. 8287 del 22 Dicembre 2011 in attuazione del regolamento (CE) n. 867/2008



Le attività di APOL del programma dedicato all’olivicoltura ligure con il Reg. CE n. 867/2008 e successive modifiche

                            
Apol realizzerà un programma regionale specifico e aderirà anche al programma nazionale di Unaprol (Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli) per il monitoraggio delle produzioni e le certificazioni di rintracciabilità. Il programma regionale ha l’obiettivo di monitorare e supportare le aziende olivicole liguri con servizi specifici che possano migliorare gli aspetti ambientali e/o la qualità del prodotto, in particolare potenziando l’effetto degli strumenti già attivi e concertati a livello regionale, attraverso un costante interscambio con la Regione Liguria.
Tutte le imprese olivicole aderenti al programma saranno selezionate tra quelle aderenti al circuito di Campagna Amica e/o a patti di filiera oppure saranno accompagnate ad aderirvi all’interno del programma di assistenza.

Il programma di attività è partito ad Aprile, con lo svolgimento delle azioni di campo a partire dal mese di Luglio, e si articola su tre annualità per concludersi nel Marzo 2015.
Le azioni si svolgono su un campione di aziende selezionato per ciascuna provincia sulla base della rappresentatività.


Attività complementari:
§          divulgazione e corretta informazione dei produttori olivicoli liguri sulle normative e gli adempimenti
§          promozione della qualità in rete con la Regione Liguria il Consorzio di Tutela dell’Olio Extravergine di Oliva “Riviera Ligure”
§          monitoraggio olivicolo con la Regione Liguria
§          messa in rete dei piccoli produttori






PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÁ

Assistenza tecnica per il miglioramento delle condizioni di coltivazione, di produzione e confezionamento dell’olio e delle olive da mensa (misura 3a e  misura 3d)
L’obiettivo dell’azione è sperimentare un sistema di assistenza mirata prima in campo, poi nelle fasi di trasformazione e confezionamento, per accompagnare le imprese ad una produzione di qualità, elemento base per la competitività sul mercato in relazione alla certificazione “DOP Riviera Ligure” per l’olio, alla richiesta di certificazione “DOP Oliva Taggiasca in salamoia” per le olive da mensa e in generale ai criteri di qualità per l’adesione a circuiti commerciali di qualità e a patti di filiera.

Analisi sensoriale dell’olio di oliva e delle olive in salamoia (misura 3f)
Saranno realizzati corsi per la formazione di assaggiatori di oli vergini di oliva e di olive da tavola, unitamente a giornate dimostrative e sessioni formative brevi a scopo divulgativo per conoscere gli elementi organolettici delle produzioni di qualità.

Tracciabilità, certificazione Alta Qualità e tutela mediante il controllo della qualità (misura 4a):
Le filiere e le aziende agricole che effettuano trasformazione e commercializzazione interessate a ricevere la certificazione di tracciabilità e di Alta Qualità riceveranno un supporto tecnico specialistico per l’adeguamento ai parametri qualitativi e gestionali previsti dalla normativa sulla tracciabilità


PER IL RECUPERO DEGLI OLIVETI (misura 2a)
Le parcelle produttive che presentano sia un fabbisogno di recupero di valenza ambientale che una potenzialità produttiva di qualità saranno oggetto di selezione per la ricezione di un sostegno economico per lo svolgimento di potature di riforma e interventi di decespugliamento da concordarsi con i tecnici e da svolgersi da parte di operatori selezionati e qualificati. Le aziende selezionate per l’attuazione degli interventi saranno tenute alla sottoscrizione di un vincolo di coltivazione in cui vengono fissati le modalità di conduzione ed il mantenimento delle condizioni produttive successivamente all’intervento di ricostituzione al fine di determinare la tempistica per l’ottenimento della piena produttività secondo parametri di qualità.


PER LA PRODUZIONE INTEGRATA (misura 2b)
Le aziende interessate ad aderire al Disciplinare di Produzione Integrata della Regione Liguria saranno selezionate per un programma di assistenza mirata e per l’adesione alle certificazioni connesse.


PER L’INNOVAZIONE NELLA LOTTA ALLA MOSCA E NELLA GESTIONE DEI RESIDUI DI LAVORAZIONE (misura 2c, misura 2d e misura 3c)
Partiranno tre azioni dimostrative con aziende pilota per sostenere l’applicazione di prodotti e processi innovativi in campo, tramite nuovi prodotti a basso impatto ambientale contro la mosca olearia, e in frantoio, tramite la tecnica della fitodepurazione delle acque di vegetazione e la creazione di filiere  energetiche per lo smaltimento in forma di biomasse.




INFORMAZIONI E CONTATTI:
Coordinamento e provincia di Genova: Gianni Bottino Tel 0105601152, Elisa Traverso Tel 010 5601155
Provincia di La Spezia: Francesco Petacco Tel 0187 624014
Provincia di Savona: Pierluca Aicardi Tel 0182 544445
Provincia di Imperia: Mattia Nicoli Tel. 0183 666993


Campagna finanziata con il contributo della Comunità
Europea e dell’Italia - Reg. (C.E.) n 867/08 e sue modifiche